Insieme a Mique, nel cuore dell’Etiopia, per aprire una strada a migliori servizi sanitari, sociali ed educativi.

pubblicato il 26 Gen 2017

Help fo Life, insieme a MIA Onlus ha deciso di impegnarsi a Mique, piccolo villaggio nella zona del Sidamo, a sud-ovest di Addis Abeba, sulla strada che scende lungo la Rift Valley.

La clinica di Mique è gestita dal 1998 dall’ordine delle suore Figlie della Misericordia e della Croce in Etiopia ed offre servizi sanitari di base ad oltre 19.540 persone ogni anno. La clinica ha un bacino d’utenza di oltre 35.000 persone. Yergalem è l’ospedale governativo più vicino e si trova a 20 minuti di strada all’imbocco della strada che porta alla missione.

A Mique esiste una scuola elementare riconosciuta gestita dai padri diocesani e una scuola materna informale gestita dalle suore con lo scopo di scolarizzare i bambini per permettere loro di accedere alle scuole governative. A 7-8 km da Mique, presso il villaggio di Lakku le suore gestiscono invece una scuola materna riconosciuta, che fa parte della gestione scolastica di Mique.

DESCRIZIONE PROGETTO

Obiettivo dell’intervento: Promuovere un miglior accesso ai servizi sanitari ed educativi di qualità nella comunità di Mique, Etiopia.

Migliorare accesso alle strutture sanitarie ed educative di Mique

  • Sistemazione strada d’accesso alle strutture sanitarie ed educative di Mique

Data la pessime condizioni della strada che da Yergalem porta a Mique, una priorità è la sistemazione dell’unica via d’accesso alla clinica e alla scuola di Mique per motivi di sicurezza e per garantire la fruibilità dei servizi offerti.

  • Sostenere le spese di trasporto all’ospedale per i casi complicati

Per garantire i riferimenti urgenti dei casi complicati all’Ospedale di Yergalem, il progetto mette a disposizione dei voucher per il trasporto dei pazienti più poveri e bisognosi, in modo da garantire le spese di trasporto in ambulanza o con mezzi locali. Questo garantisce anche una migliore equità nell’accesso alle cure sanitarie.

Rafforzare la qualità delle cure offerte dalla clinica di Mique

  • Garantite attrezzature e materiali di consumo per la clinica di Mique

Per assicurare l’offerta di servizi sanitari e clinici di qualità, il progetto intende garantire un adeguamento dell’attrezzatura per la clinica, maternità e per il laboratorio analisi. A seguito della missione esplorativa di marzo 2016 di Help For Life, si è deciso di acquistare un microscopio e un’autoclave per la clinica di Mique.

  • Assicurare disponibilità di acqua e energia elettrica alla clinica di Mique

Il progetto garantirà la disponibilità dell’acqua potabile alla clinica grazie alla manutenzione ordinaria delle tubature e della pompa del pozzo.

Inoltre, si acquisterà un generatore di media portata per garantire l’erogazione di energia elettrica per la clinica in caso di emergenza o black out.

  • Formazione del personale sanitario locale

Il personale sanitario locale che lavora nella clinica è composto da 1 infermiera professionale, 2 tecnici di laboratorio, una farmacista e un’ostetrica (5 persone).

Nel corso del progetto, per migliorare la qualità delle cure offerte e assistenza sanitaria, in particolare per le donne gravide e i bambini sotto i 5 anni, si prevede l’invio di personale sanitario specializzato dall’Italia per favorire la formazione sul campo (training on the job) e il miglioramento delle competenze del personale locale.

Nel corso dei 4 anni sono previste n. 10 missioni annuali di circa 15 gg ciascuna che riguarderanno infermieri, medici di medicina generale, pediatri, insegnanti e responsabili della Fondazione Help for Life.

Sempre nell’ottica di migliorare le competenze del personale locale, il progetto intende garantire la formazione di un medico locale. Il progetto prevede una borsa di studio per coprire l’iscrizione al corso di laurea e spese didattiche e di trasporto.

Promuovere attività educative e di generazione di reddito a gruppi svantaggiati

  • Realizzazione di nuove aule scolastiche per la scuola materna di Mique

Il progetto intende ampliare la scuola di Mique con la costruzione di un’aula arredata, un ufficio e un magazzino.

Il personale educativo locale che lavora nella scuola informale di Mique è composto di 2 persone, mentre sono n. 4 gli insegnanti nella scuola formale di Lakku. Il progetto, grazie all’invio di esperti educatori dall’Italia, offrirà corsi di formazione agli insegnanti e garantirà incentivi e il rimborso delle spese di trasporto per la formazione del personale, attraverso corsi di formazione locale del Ministero dell’Istruzione regionale.

Il progetto garantirà inoltre l’acquisto per 4 anni del materiale didattico (libri, quaderni, penne) per i 110 alunni dei 4 agli 8 anni che frequentano la scuola informale di Mique e anche donazioni dall’Italia.

  • Avvio laboratorio di sartoria

Per favorire l’avvio di attività generatrici di reddito a favore della popolazione più povera e vulnerabile (donne vedove, sieropositive, con famiglia numerosa, ecc) il progetto intende avviare un laboratorio di sartoria con corsi di taglio/cucito a cura delle suore e di volontari dall’Italia, che metteranno a disposizione anche il materiale necessario (filati, tessuti, cartamodelli, ecc).

Le partecipanti ai corsi riceveranno un incentivo per avviare delle attività in proprio o come cooperativa e forniranno le divise per i bambini delle scuole.

Mique 2016_Letizia Mique 2016_Sergio Mique 2016